Possiamo dire che qualunque prodotto acquisito spontaneamente dalla terra senza che ne sia alterata la sostanza con l’intervento di prodotti chimici per arricchirne la prestazione, allungarne la durata o migliorarne la conservazione sia più digeribile dalla pelle, dallo stomaco e persino dal pianeta. Il potere nutriente della natura non ha rivali.

La cosmesi naturale in questo senso, cioè qualsiasi prodotto per la cura del viso e del corpo, è sicuramente più ben tollerata dall’organismo di qualunque altro corrispettivo creato artificialmente in laboratorio che può contenere coloranti, conservanti, addensanti o ‘profumanti’. La qualità di ingredienti cresciuti spontaneamente su un’isola incontaminata potrebbe già di per sé costituire una garanzia di benefici ma quando a tutto ciò si aggiungono processi produttivi semplici e filiere conosciute viene a rivoluzionarsi l’intero concetto di prodotto di bellezza.

La sola dichiarazione di presenza di principi attivi naturali derivati dalle piante, inoltre, non basta a decretare le proprietà di un preparato. Bisogna indagare sulle concentrazioni e sugli abbinamenti, sui metodi di coltivazione, raccolta, conservazione e addirittura estrazione delle virtuose essenze. L’etichetta ‘green’, insomma, non è sufficiente a offrire la certezza di farsi del bene soprattutto se i prezzi di vendita sono estremamente bassi. Eppure, è molto importante non alterare gli equilibri dell’epidermide con detergenti aggressivi o non occludere i pori della pelle con creme che formano una patina impermeabile anziché andare a nutrire in profondità. Per non parlare delle allergie.

Un prodotto naturale non fa eccessiva schiuma, non profuma esageratamente e non ha bisogno di essere testato sugli animali perché basta osservarne il comportamento per comprendere che sono capaci istintivamente di evitare ciò che è tossico. E’ sufficiente qualche applicazione per percepire da subito la differenza: la pelle, libera di respirare, sarà più morbida, tonica, luminosa. Una volta scoperte abitudini più salutari, non si potrà più rinunciare al potere della Sardegna e ogni occasione sarà buona per contagiare chi amiamo con un cadeau a base di energia dall’isola.